Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Parte da Arezzo, dal Teatro Petrarca, il canto di Pupo per la pace Parte da Arezzo, dal Teatro Petrarca, il canto di Pupo per la pace Parte da Arezzo, dal Teatro Petrarca, il canto di Pupo per la pace

Il cantautore sul palco del teatro aretino ha eseguito al pianoforte la canzone "C'è solo un momento” accompagnato da tre musicisti e un ensemble di coriste. Il video si chiude con la scritta in italiano, russo e ucraino “ci sono musiche e parole capaci di fare miracoli, di unire e riunire le genti “dopo che l’artista aveva mostra foto di Kiev e Mosca. Un modo per riaffermare l’importanza della pace e della fratellanza tra i popoli. Un'iniziativa di pace che ha però fatto finire di nuovo Pupo al centro delle polemiche. Il video è stato postato sul profilo Instagram del Centro culturale russo a Roma, che ha definito la performance del cantante come un’azione «in sostegno della cultura russa». Post che ha ricevuto centinaia di like e che è stato rilanciato da numerosi profili russi su varie piattaforme social, alimentando anche commenti con un forte spirito nazionalista.