Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Manifestazione all'ITIS, solidarietà ad Artini da "Azione". Gli organizzatori: "vogliamo le scuse del preside" Manifestazione all'ITIS, solidarietà ad Artini da "Azione". Gli organizzatori: "vogliamo le scuse del preside" Manifestazione all'ITIS, solidarietà ad Artini da

Dai social ai comunicati stampa arrivano le manifestazioni di solidarietà nei confronti del preside dell'ITIS di Arezzo Alessandro Artini dopo la manifestazione di fronte alla scuola di pochi giorni fa organizzata da Fronte del dissenso e Ancora Italia che contestava le affermazioni del dirigente raccolte dalla nostra redazione in merito al rientro dei professori non vaccinati a scuola. Poche ore dopo la manifestazione è apparso anche questo striscione di fronte all'Itis “Lasciateci studiare”. Artini ribadisce ancora una volta la sua posizione è critica rispetto alla decisione del Governo, ma nulla c'entra con le posizioni vax o no vax.


Intanto arriva la solidarietà anche da parte del comitato Aretino di AZIONE. “Gli schiamazzi – si legge nel comunicato - hanno provocato l’impossibilità per gli studenti di seguire le lezioni e i ragazzi stessi hanno protestato contro questi rumori affiggendo alle finestre cartelli con su scritto “lasciateci studiare”. AZIONE giudica questo tipo di manifestazioni di gravità assoluta, soprattutto se a subirne le conseguenze sono proprio gli studenti.” Accuse che gli organizzatori rimandano al mittente e anzi chiedono con forza ancora una volta le scuse del preside aretino.