Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

"Ogni rogo costa ai cittadini oltre diecimila euro all’ettaro". L' allarme degli agricoltori "Ogni rogo costa ai cittadini oltre diecimila euro all’ettaro". L' allarme degli agricoltori

"Ogni rogo costa ai cittadini oltre diecimila euro all’ettaro fra spese immediate per lo spegnimento e la bonifica e quelle a lungo termine sulla ricostituzione dei sistemi ambientali ed economici delle aree devastate.” L'allarme è delle associazioni dell'agricoltura. “Per ricostituire i boschi ridotti in cenere dal fuoco – precisa Coldiretti Toscana - ci vorranno fino a 15 anni con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo". Un appello all'attenzione, affinché questo drammatico fenomeno estivo venga fermato, è lanciato dal presidente di Confagricoltura Arezzo, Carlo Bartolini Baldelli. "È il momento di fare squadra e di difendere il nostro territorio. E' compito di ogni cittadino segnalare tempestivamente gli incendi e le situazioni di pericolo, la rapidità di intervento può essere infatti decisiva per contenerne i danni. Occorre potenziare e ammodernare gli strumenti in dotazione ai Vigili del Fuoco e sostenere il personale volontario antincendio Aib a cui va il nostro ringraziamento per l’impegno profuso in questi giorni difficili. Servono inoltre strumenti efficaci per reprimere tutti quei comportamenti che colposamente o dolosamente finiscono per innescare i roghi. Infine - conclude Bartolini Baldelli - occorre tenere in ordine il bosco, si tratta di un valore importante, l’abbandono delle aree boschive può favorire gli incendi.”