Fimer, prosegue l'occupazione dello stabilimento di Terranuova Bracciolini

| durata 00:02:12


ArezzoTV

Prosegue l'occupazione dello stabilimento Fimer di Terranuova Bracciolini, l'azienda produttrice di inverter per il fotovoltaico.
Una scelta arrivata dopo che era saltato l'accordo tra la proprietà e il gruppo Greybull-McLaren.
Un colpo di scena arrivato lo scorso giovedì mattina, nell'aula del giudice fallimentare Federico Pani, che aveva convocato d'urgenza le parti.
Qui l'annuncio della proprietà della rinuncia alla procedura di concordato in atto da settembre ed il ritorno sull'orlo del baratro.

Nel pomeriggio la proprietà di Fimer ha inviato una nota per spiegare i motivi che hanno portato alla fine delle trattative per la cessione dello stabilimento fimer di Terranuova Bracciolini:

“Tale decisione – ha spiegato l’azienda – è stata imposta a causa dell’approccio, dichiaratamente improntato al “prendere o lasciare”, da parte del potenziale investitore McLaren Applied-Greybull Capital il quale, sino all’ultimo, ha preteso di voler imporre le proprie condizioni in merito ad aspetti economico-finanziari fondamentali, “approfittando”, di fatto, dello stato di crisi in cui versa al momento l’azienda”.
“Tra questi occorre menzionare le garanzie pretese sulla totalità degli asset della società, al fine di erogare la somma iniziale di 10 milioni di euro e la prova dell’effettiva disponibilità bancaria della stessa, tutte pretese chiaramente svantaggiose nei confronti dell’azienda e dei suoi creditori – ha spiegato Fimer – Del tutto inopinatamente e in spregio alle fitte trattative ed interlocuzioni che hanno avuto luogo fin dall’inizio e, dal 17 maggio, in maniera ancora più intensa, il potenziale investitore ha riproposto identiche (peraltro con l’ultima conferma alle ore 22.59 di questa notte) le proprie condizioni, che ben sa essere considerate non ricevibili da Fimer, oltre ad essere, come si evince dall’elaborazione dell’Attestatore, realisticamente non attestabili. Senza dire dell’assai dubbia legittimità e del palese contrasto con l’interesse della società stessa e dei suoi creditori. La trattativa – ha confermato il gruppo di Vimercate – deve dunque malauguratamente considerarsi tramontata, per via dell’ormai acclarata indisponibilità di Mc Laren Applied – Greybull Capital a venire incontro alle quanto mai ragionevoli richieste di Fimer, chiaramente esplicitate nel corso delle interlocuzioni infragiornaliere tra i soggetti in questione. La rinuncia al concordato – ha concluso l’azienda – è quindi l’inevitabile corollario di questo approccio. La società ribadisce che metterà in atto tutto ciò che è nelle sue possibilità per mantenere la continuità delle operazioni, individuando nuove fonti di finanziamento e nuovi partner affidabili per salvaguardare il proprio futuro e quello dei dipendenti”.

Altri video nella stessa categoria

Spray urticante nella notte delle propiziatorie, 8 intossicati
00:01:42 - Sabato, 22 Giugno 2024
ArezzoTV
Rapina un anziano fuori dall’ospedale: arrestato dai carabinieri
00:01:12 - Giovedì, 13 Giugno 2024
ArezzoTV
Uccise il vicino che gli demoliva la casa, Sandro Mugnai a processo
00:01:56 - Mercoledì, 12 Giugno 2024
ArezzoTV

Redazione

  • via Ramelli, 39 Arezzo
  • +39 0575 98 4439
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicità

Arezzo TV
VIDEONEWS S.r.l.
Via Ramelli, 39 Arezzo

Direttore responsabile
Greta Settimelli

Partita Iva
01836590511

Reg. Trib.
AR 88/1988

Copyright © 2023 Arezzo TV. Tutti i diritti riservati.
Realizzato da Click & Fly Arezzo 2023 Soluzioni web  video  fotografia  drone
applicativo video yutub 2023 by clickandfly